martedì 9 novembre 2010

Guida Parted Magic

Parted Magic è una delle tante distro linux utili per operazioni di emergenza, è conosciuto come Gparted, per essere in grado di partizionare i dischi, un pò come fanno tutte le distro linux un pò complete. Parted Magic e Gparted però non pesano più di 200MB e mettono a disposizione un ambiente di lavoro già molto completo. Parted Magic può inoltre essere arricchito di diversi moduli, come è stato fatto in UBCD, per estendere le sue funzionalità è poter effettuare operazioni strettamente di Windows, senza la necessità di ricorrere a live cd basati su Windows come BartPE o UBCD4Win che richiedono l'uso del cd di Windows XP.
Update
Dalla metà del 2013 è diventato a pagamento ma sotto ho riportato i link per il download dell'ultima versione free.
Ma vediamo ora il suo funzionamento...



Download e creazione CD/Chiavetta
Puoi scaricare l'ultima ISO gratuita (01/08/13) da qui oppure da linuxtracker tramite torrent dove è possibilie trovare anche versione più aggiornate.
Puoi invece recuperare le ultime versioni, a pagamento, dal sito ufficiale.
Se vuoi integrare i moduli aspetta a masterizzare e leggi più sotto altrimenti vedi come masterizzare una ISO qui, oppure puoi metterla su chiavetta singolarmente o insieme ad altre.
Una volta creato il dispositivo non ti resta che impostare il boot adeguato.

Avvio di Parted Magic


Una volta avviato il dispositivo creato arriverai alla schemata iniziale, con la tastiera scendi su Language sotto Default settings, scegli Italian e batti invio. In questo modo Parted Magic sarà caricato nella RAM (richiesta almeno 312MB).
Se vuoi usarlo in modalità live e quindi non caricare Parted Magic nella RAM ma leggerlo direttamente da cd o chiavetta, scegli Language sotto Live with default setting e seleziona di nuovo l'italiano. In questo caso il dispositivo di boot dovrà rimanere inserito nel pc.
Se il pc è vecchio o ha poca RAM (meno di 175MB) opta per l'opzione Live with low RAM settings.
Se hai problemi con la visualizzazione grafica per incompatibilità con la scheda grafica cambia server grafico con l'opzione Alternate graphical Server
Local boot server per ignorare Parted Magic ed avviare normalmente dal primo disco.
Reboot serve ovviamente per riavviare
Nell'Extras menù puoi trovare alcune utility tra le quali HDT per avere i dettagli dell'hardware, Memtest per testare la RAM, Super Grub Disk1 e 2 per avviare tramite questo bootloader, MHDD per eseguire controlli sui dischi e PLOP per avviare da periferiche USB magari non supportate dal BIOS.
Sotto Failsafe ci sono alcune opzioni tra le quali una modalità per i Toshiba Satellite che può avere alcuni problemi di compatibilità
Sotto RAID menù puoi impostare un raid software per poter ricostruire lo struttura del RAID


Attendi il caricamento del sistema operativo virtuale
Finalmente dentro...
Sulla destra puoi vedere come sfondo una sorta di task manager con i processi attivi e utilizzo di processore e RAM.
In basso a destra trovi la regolazione del volume, lo stato della rete e l'orologio.
Sulla sinistra ci sono le icone più utili
My Documents è il Gestione risorse di Linux, Editor di partizioni e Impostazioni del monitor non vanno spiegati, Keyboard Layout per modificare la lingua della tastiera, Mount device per "montare" o "smontare" i dischi e le periferiche USB se non visibili tra le risorse.
Network manager per le impostazioni di rete, Smart Control per controllare i parametri S.M.A.R.T. dei dischi e System Profiler and Benchmark per testare le performance dell'hardware.


Programmi e tool integrati

Cliccando sull'icona in basso a sinistra, a mo' dell'icona Start di Windows, puoi trovare tutti gli altri programmi,in parte tradotti correttamente in italiano, ma comunque facili da interpretare.
Sotto System Tools trovi gli utilissimi tool già integrati tramite UBCD o integrabili manualmente inserendo i loro pacchetti nella cartella pmodules di Parted Magic. Se non hai UBCD puoi scaricarli da qui.
Su tutti PCRegedit per apportare modifiche al registro di sistema di Windows in remoto e PCLogin Now per resettare le password degli utenti di Windows.


Sotto Internet trovi altre utility per Reti ed internet.
Esegui invece serve per lanciare la riga di comando, analoga al prompt di DOS ma con linguaggio ovviamente differente, ma difficilmente dovrai ricorrere a questa soluzione.
Chiudi sessione serve per spegnere, riavviare o scollegarsi dalla modalità grafica per avviare una modalità testuale.