venerdì 3 gennaio 2014

Riutilizzare un disco con settori danneggiati o lenti

Se sei in posseso di un hard disk dove alcuni settori si sono danneggiati o sono diventati lenti puoi riutilizzare il disco come deposito di file prima di buttarlo del tutto.
Questo dopo aver monitorato per un pò il disco ed aver visto che la situazione dei settori danneggiati è stabile.
Per recuperare il disco è sufficiente creare delle partizioni adiacenti a questi settori lenti o danneggiati.
Per fare ciò dovresti segnare tutti i blocchi dove c'è il problema e successivamente calcolare l'esatta dimensione e posizione delle varie partizioni da creare con uno dei vari programmi per partizionare.
Fortunatamente c'è un programma che ci viene in aiuto per eseguire questa operazione un pò complicata.
Ma vediamo ora di cosa si tratta...

 Il programma in questione l'ho trovato quasi per caso sul sito dello sviluppatore del famosissimo HDD Regenerator e si chiama Repartition Bad Drive ed è possibile trovarlo a questa pagina.
Ricordo che tutti i dati sul disco verranno cancellati e che il disco non dovrai utilizzarlo per salvarci dati importanti.
Puoi usarlo per esempio per tenere i file che scarichi da internet, delle seconde copie di backup, o dei grossi file da passare agli amici nel caso sia un disco esterno.

Ti consiglio quindi di fare un backup dei dati esistenti che ti interessano prima di procedere.

Una volta lanciato il programma potrebbe chiederti di modificare le impostazioni del bios per riconoscere meglio i dischi sata ma è possibile cliccare su No e procedere.


 A questo punto è necessario selezionare il disco e decidere che "distanza" tenere dai settori lenti o danneggiati e che dimensione minima potranno avere le partizioni create.

Per non avere troppe partizioni piccole sotto Minimal Partition size utilizzo 10240Mb che sono 10Gb ma questo lo puoi decidere in base alle dimensioni totali del tuo disco ed a come sono divise le zone problematiche.
Non ha alcun senso avere partizioni troppo piccole dove è difficile salvare un video di qualche GB.
Sotto Partition offset from bad sector, che è la distanza da tenere dai settori problematici, lascio la dimensione di default 512Mb nel caso la situazione dei settori problematici sia stabile, ossia che non aumentano. Nel caso invece che questi incrementino nel tempo è meglio aumentare questa dimensione, del doppio per esempio, oppure valutare se invece sia meglio buttare il disco.

Una volta ricontrollato di aver selezionato il disco giusto e assicurato di aver backuppato tutti i dati che avevi sul disco clicca su Repartition drive selected e lascia lavorare il programma.
Se richiesto riavvia il pc al termine dell'operazione.

 

A questo punto fai una formattazione completa con Windows della nuova partizione in maniera che Windows stesso controlli la partizione.
Questo semplicemente facendo tasto dx sulla partizione e poi formatta assicurandoti che non ci sia la spunta su formattazione veloce.